Da oggi è disponibile in rete il lyric video di “PRENDERSI E LASCIARSI” – Il nuovo singolo di RUGGERO MARAZZI

You are currently viewing Da oggi è disponibile in rete il lyric video di “PRENDERSI E LASCIARSI” – Il nuovo singolo di RUGGERO MARAZZI
  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:NEWS
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Da oggi 25 giugno è disponibile su Youtube, il lyric video di “Prendersi e Lasciarsi”, il nuovo singolo di Ruggero Marazzi.

L’artista milanese si presenta per la prima volta come solista dopo aver trascorso otto anni, con il gruppo musicale dei PCP (Piano Che Piove), con il quale ha inciso due dischi.

Con il brano “Prendersi e Lasciarsi”, prodotto e arrangiato da Pino Laudadio, Ruggero Marazzi ritorna al tema della necessità di cercare e di costruire una relazione che diventi elemento indispensabile del proprio vivere.

I paesaggi e le atmosfere cittadine diventano le quinte ricorrenti di un dialogo continuo fra soggetti e luoghi, spazi pubblici e privati che vedono lo scorrere e il mutare delle vite di ognuno di noi.

Prendersi e lasciarsi e non ferirsi quasi mai/ fra silenzi e gesti consapevoli

Mentre un sole freddo scivola e va via/ Guardiamo il mondo correre

BIOGRAFIA

Ruggero Marazzi è un chitarrista di impostazione classica, autore di testi e musiche.

Inizia la propria attività con un progetto di canzone d’autore che ha come principale interprete una voce femminile.

In otto anni di attività i PCP (Piano Che Piove) realizzano due dischi, “In viaggio con Alice” e “Il tram e la luna”, proponendo i brani in vari contesti live.

In viaggio con Alice” è stato selezionato fra I 50 migliori album d’esordio nell’ambito del Premio Tenco 2015

Tango sbagliato”, un brano del secondo cd “Il tram e la luna” ha vinto il premio Gozzano per il miglior testo nell’ambito del Biella music festival del 2019.

Precedentemente, nel 2011, il brano “Come si fa”, nell’interpretazione della pop singer Amelie, ha vinto il terzo premio al Premio Poggio Bustone, rassegna di canzone d’autore dedicata alla memoria di Lucio Battisti.

Lascia un commento