Un nuovo atteso capitolo della band psychrock/indiewave romana, il primo di una serie di singoli che vedranno luce nel 2021

Dopo il successo ed i riconoscimenti internazionali ottenuti grazie all’EP “Gardenia”, i Lime Juice tornano a far vibrare i timpani con il loro immenso sound che richiama sia i big del rock (Pink Floyd, Deep Purple), che lo psych-rock australiano (Tame Impala, King Gizzard and the Lizard Wizard).

Registrato e prodotto presso lo Snakes Studio da Guglielmo Nodari, “Malibu” racconta un percorso personale di crescita e di maturazione; di come i retaggi culturali e storici personali ci portano ad affrontare le difficoltà quando si diventa grandi.

Il video, autoprodotto dalla band e girato nei boschi della periferia romana in stile “found footage” da Valerio Leo, mette in piena mostra l’assurdo umorismo bizzare/noir dei ragazzi, che li vede protagonisti in una scena faux-survival à la Blair Witch, con la notevole partecipazione di un macellaio (David Schinzari) particolarmente disponibile…

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.